- Bevacizumab

Sto traducendo un riassunto dei risultati circa la sperimentazione del Bevacizumab aggiunto alla chemioterapia.Sembra riesca ad allungare il periodo libero da malattia nelle donne affette da neoplasia ovarica in stadio avanzato. Solo un po’ di pazienza. E’ piuttosto lungo…un abbraccio a tutte

admin | 06.29.10 | Senza categoria, , , , | No Comments |

- Il Te verde contro il carcinoma ovarico

 
Il tè per prevenire il cancro ovaricoIl cancro dell’ovaio si ritiene sia al secondo posto tra le neoplasie maligne ginecologiche più diagnosticate. Tra tutte queste è quella segnata da un maggiore indice di mortalità.
Ne viene interessata circa 1 donna su 70 in peri-menopausa o post-menopausa e la prevenzione è un fattore molto importante. Tra le diverse possibilità di agire in modo preventivo pare ci sia anche il semplice bere una tazza di tè, sia nero che verde.Questo è quanto suggerisce un nuovo studio condotto dai ricercatori dell’Università di Washington che ha analizzato lo stile di vita di circa 2.000 donne di varia estrazione sociale e impiego lavorativo.
Dai dati raccolti si è valutato che le donne che bevevano almeno una tazza di tè verde al giorno avevano il 54% di riduzione del rischio di sviluppare il cancro ovarico rispetto a quelle che non lo bevono. Allo stesso modo, bere una tazza di tè nero al giorno riduce il rischio del 50% secondo un altro studio del National Institute of Environmental Medicine di Stoccolma (Svezia).I fautori di questa protezione dal cancro sarebbero sostanze contenute sia nel tè verde che nel tè nero. Queste sostanze sono dette EGCG e hanno la capacità di legarsi a determinate proteine imputate di innescare lo sviluppo del cancro e la proliferazione delle cellule cancerose. (continua…)
admin | 06.05.10 | Senza categoria, , , , , , , , , , | No Comments |