- bassi livelli di glutatione nei tumori ovarici avanzati e nelle recidive

Da uno studio pubblicato nel Journal of Ovarian research, e’ emerso che i livelli di glutatione (esattamente GPX3) erano nettamente diminuiti nelle donne con tumore ovarico sieroso proporzionalmente allo stadio della malattia. Lo stesso decremento e’ stato evidenziato in caso di recidiva del tumore.
Se cio’ rappresenti una caratteristica generale della malattia o un suo segno di progressione e’ ancora da determinare. Comprendere questa relazione potrebbe essere un grande aiuto per la conoscenza di questa particolare forma di tumore ovarico, comune e aggressiva.

PER APPROFONDIMENTI SUL GLUTATIONE

http://it.wikipedia.org/wiki/Glutatione

http://www.anagen.net/glutat.htm

Autori: Deep AgnaniOlga Camacho-VanegasCatalina CamachoShashi LeleKunle OdunsiSamantha CohenPeter DottinoJohn Martignetti

admin | 10.24.11 | Senza categoria, , , , , | No Comments |

-Una luce verde per una chirurgia ottimale contro il tumore ovarico

Novità sulla lotta al tumore all’ovaio, la luce sembra un nuovo elemento per combatterlo. Una nuova tecnica di illuminazione delle cellule permette di diagnosticare quelle tumorali dando nuove speranze di guarigione da questa che è una delle malattie più temute dalle donne. A metterla a punto un gruppo di ricercatori americani della Purdue University nell’Indiana che tramite l’uso della fluorescenza sono in grado di vedere le cellule tumorali all’interno dell’ovaio anche se piccolissime, permettendo un intervento chirurgico migliore.
I primi ad utilizzarla sono stati i chirurghi della University Medical Center, Groningen, Olanda.
Proviamo a contattarli per sapere se in Italia qualche centro la sta gia’ sperimentando

admin | 10.20.11 | Senza categoria | No Comments |

- shoc termico possibile nuova terapia

Si chiama ‘effetto Lance Armstrong’ e potrebbe essere una nuova arma per combattere i tumori chemio o radio resistenti. Il principio base sta nel calore e nello choc termico. Lo studio e’ pubblicato su Molecular Pharmaceutics. I pazienti con cancro ai testicoli, lo stesso da cui e’ guarito Armstrong, hanno un tasso di sopravvivenza alto (70%), mentre nel pancreas le chance nel primo anno anno dopo la diagnosi sono solo del 25%. Per i ricercatori la differenza starebbe nella temperatura.
il testo potete trovarlo qui

http://pubs.acs.org/action/showMultipleAbstracts

Nel frattempo ho scritto alla Johns Hopkins University per avere maggiori informazioni.

admin | 10.20.11 | Senza categoria, , , , , , | No Comments |

- Chiedo scusa a tutti

Nell’ultimo mese ho davvero fatto poco per il sito anche se paradossalmente settembre e’ il mese dei buoni propositi, della messa in cantiere di nuove idee…
Sono stata poco bene. Ma ora va tutto meglio! Spero di riuscire ad inserire informazioni utili molto presto. Nel frattempo vi auguro tanta salute e serenita’!!!
Moira

admin | 10.07.11 | Senza categoria | No Comments |