- Nuovo vaccino riduce il tumore ovarico nei topo dell’ 80%

Un nuovo vaccino potrebbe essere sviluppato per il trattamento di cancro alle ovaie, del colon-retto e del pancreas.

Attualmente sperimentato sui topi, “questo vaccino provoca una risposta immunitaria molto forte”, ha detto il co-autore senior Geert-Jan Boons, professore di chimica e ricercatore nel UGA Cancer Center. “Attiva il sistema immunitario per ridurre le dimensioni del tumore in media del’80 per cento”.

Il vaccino, descritto questa settimana sulla prima edizione della rivista Proceedings of National Academy of Sciences, rivela una strategia promettente per il trattamento di tumori che condividono lo stesso tipo di carboidrati prodotti, tra cui tumori dell’ovaio e del colon-retto.

Quando le cellule diventano cancerose, gli zuccheri presenti nelle loro proteine ​​di superficie subiscono variazioni che le distinguono dalle cellule sane. Per decenni, gli scienziati hanno cercato di attivare il sistema immunitario per fargli riconoscere queste differenze e permettergli di distruggere le cellule cancerogene, piuttosto che le cellule normali. Ma dal momento che le cellule tumorali hanno origine all’interno del corpo, il sistema immunitario in genere non le riconosce come estranee.

I ricercatori hanno sperimentato un nuovo vaccino nei topi, che come gli esseri umani sviluppano tumori che iperesprimono una proteina nota come MUC1 sulla superficie delle loro cellule. La proteina tumorale si distingue da catene di carboidrati che la distinguono dalle cellule sane.

“Questa è la prima volta che viene sviluppato un vaccino che allena il sistema immunitario a distinguere e uccidere le cellule tumorali in base alle loro strutture di zucchero”, ha detto Gendler. “Siamo particolarmente entusiasti del fatto che la proteina MUC1 è stata recentemente riconosciuta dal National Cancer Institute come uno delle tre più importanti proteine ​​tumorali per lo sviluppo di vaccini”.

Gendler ha sottolineato che MUC1 si trova su oltre il 70 per cento di tutti i tumori mortali. Molti tumori, come mieloma del seno, al pancreas, alle ovaie e multiplo, esprimono MUC1 con i carboidrati brevi in oltre il 90 per cento dei casi.

Il vaccino rappresenta quasi un decennio di lavoro da parte dei Boons e il suo team. Uno studio del 2007 ha dimostrato l’efficacia del vaccino in un modello murino, e Boons è cautamente ottimista circa i suoi risultati più recenti. Nonostante i risultati promettenti nei topi, spesso questi non si traducono allo stesso modo negli esseri umani, ma Boons si è detto fiducioso che i vaccini che colpiscono le firme dei carboidrati specifici di cellule tumorali avranno un ruolo importante nel trattamento della malattia in futuro.

“Stiamo cominciando ad avere le terapie che possono insegnare al nostro sistema immunitario come combattere le cellule tumorali”, ha detto Boons. “In combinazione con la diagnosi precoce, la speranza è che un giorno il cancro diventerà una malattia gestibile”.

admin | 12.15.11 | Senza categoria, , , , , , | No Comments |

- Il San Raffaele contro il carcinoma ovarico

E’ attualmente in corso presso l’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele un’innovativa ricerca, per ora in fase pre-clinica, contro i tumori femminili e in particolare contro il carcinoma ovarico.
L’obiettivo della sperimentazione è attivare il sistema immunitario della paziente affetta dal tumore perché attacchi il carcinoma.
I ricercatori del San Raffaele, infatti, stanno cercando di stimolare particolari cellule dell’organismo, i linfociti T, per scatenare una sorta di “rigetto” del carcinoma, attaccandolo come si trattasse di un organo proveniente da un donatore non compatibile.

L’approccio studiato al San Raffaele rappresenta una strategia innovativa che rientra nell’ambito degli studi basati sull’immunoterapia del cancro, un metodo terapeutico per la cura dei tumori che potrebbe permettere, rispetto alle terapie attuali, di uccidere le cellule tumorali in maniera più mirata, con effetti meno tossici per l’organismo e più efficaci.

Attualmente al San Raffaele sono in corso, oltre a questa ricerca, quattro protocolli clinici di immunoterapia dei tumori, tutti svolti presso il Programma di Immunoterapia del cancro e terapia genica.

admin | 04.23.10 | Senza categoria, , , , , , , | No Comments |